Home > Sessioni > Venezia, 2 Marzo, Palazzo Ducale

Venezia, 2 Marzo, Palazzo Ducale

Il codice risulta estremamente complicato e mette sotto pressione l’intera coterie che comunque non demorde. Le indagini procedono rapide, avvalendosi anche di tecnologie avanzate ed esperti mondiali. Molte ipotesi, nessuna soluzione.

Come se non bastasse è prevista per metà nottata l’arrivo dell’Arconte Alexander Dubois, con il suo famoso seguito. I Fratelli cominciano a preparare una versione credibile delle loro ultimi notte, cercando in primis di non aggravare la loro già precaria situazione. Dopo neanche mezz’ora il braccio destro del Conciliatore Lucinde, arriva a Palazzo.

Viene indetta immediatamente un’assemblea con i vampiri restanti. Alcune rappresentanze sono scappate, altre decimate dagli scontri notturni con Balthus. Solo la Coterie di Milano sembra in buono stato. Nella sala, quindi, incontrano l’anziano Ventrue, seguito dal collaboratore Gianluca Scremuzzi, anziano Tremere, e da Carlos Mendoza, anziano Gangrel.

I rappresentanti dei Principati di Aosta e Iesi vengono gentilmente accompagnati da Mendoza in una sala privata per discutere in maniera più approfondita su alcune questioni, ma Smith capisce facilmente che non torneranno più. Il racconto di Romualdi sembra molto più interessante, ma ogni parola peggiora leggermente la loro situazione.

La coterie è scesa forse troppe volte a compromessi e forse ha violato troppe volte le regole. L’Arconte vuole procedere con una severa punizione ma Scremuzzi propone un “giusto ed equo” processo. Dubois come accusa e Romualdi, con Selune, come difesa.

I neonati sembrano difendersi molto bene e con grande astuzia, ma lottano contro i mulini a vento. Il verdetto è già scritto e la punizione è la morte ultima. Pochi istanti alla decapitazione. Gli ultimi pensieri che scorrono rapidi tra le sinapsi del cervello. Ormai è la fine.

Ma la mano del boia viene fermata proprio all’ultimo dallo stesso Dubois. Ancora una volta un patto: 10 giorni per risolvere la questione e una goccia di preziosa vitae. In caso contrario Mendoza li aspetta nella sala privata. Non solo. Scremuzzi fornisce un aiuto importante alla fase di decriptazione, rivelando la chiave nascosta nella tabella.

Golthar comincia a cercare un cifrario adatto. La prima scelta sembra essere quella giusta: Vigenère. Inserendo la chiave “sole” il messaggio criptato risulta essere S. Maria Assunta, Malamocco, Giuda. Bisogna correre.

Salutato con i dovuti criteri l’Arconte e il suo seguito, i sette si recano immediatamente alla piccola chiesa di Malamocco. Il portone è aperto e la vista è terrificante: le teste dei siri di McLave, Smith e Angelica Giovanni sono piantate nelle braccia del crocifisso, issato sopra l’altare. Lo spettacolo è troppo macabro da sostenere e la disperazione avanza imperterrita.

Selune scova all’interno dell’abside minore di sinistra, la rappresentazione a grandezza naturale dell’ultima cena. Tra le statue spicca quella di Giuda. Golthar dopo aver controllato la presenza di aperture o vani segreti, decide di romperla. All’interno è costudito un cuore pulsante, dalla volontà potentissima. Chiunque lo raccolga ne viene dominato.

La coterie ha trovato il misterioso oggetto. L’unica cosa importante adesso è portarlo al sicuro. Uscendo notano di essere seguiti da una chiazza di sangue, che mira dritta al cuore. Provano ogni escamotage per distruggerla ma questa continua imperterrita a seguirli. Solo la discesa di un angelo in armatura ne ferma la corsa.

L'angelo

L’angelo rivela alla coterie di aver liberato un potere spaventoso, troppo per loro. Il cuore era stato intrappolato da tre cainiti, appartenenti ad un ordine di Santi. Solo un discendente poteva rompere l’incantesimo. Ora le forze oscure potranno trionfare definitivamente. Romualdi cerca di consegnarglielo ma la divina presenza conferma loro di non poter interferire con le regole dell’equilibrio.

I sette decidono di scappare nel luogo più sicuro che conoscano: la residenza del Mascagni a Strà. Ma basterà a difenderli dagli inseguitori e dal male che si portano appresso?

Annunci
Categorie:Sessioni
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: